it

Revisione del mercato

Questo articolo non è una consulenza legale.

Criptovalute in Svizzera

Software di tecnologia finanziaria

In Svizzera esistono solo regole specifiche limitate per la tecnologia blockchain. I progetti blockchain sono soggetti ai regimi normativi dei settori a cui si applicano, come il settore finanziario. Le criptovalute hanno attirato presto l'attenzione del regolatore svizzero: nel giugno 2014, la FINMA ha pubblicato una scheda informativa bitcoin e ha confermato che bitcoin è considerato una valuta (cioè i pagamenti con bitcoin non richiedono una licenza). Di lì a poco la Svizzera, e in particolare la “Crypto Valley” nel canton Zugo, si è affermata come uno dei centri ICO mondiali, in particolare grazie all'ICO di Ethereum, svoltosi tra luglio e settembre 2014. una serie di ICO di alto profilo che hanno catturato l'attenzione del mondo fintech. All'epoca, la FINMA non ha fornito indicazioni specifiche, sebbene il suo dipartimento fintech fosse disposto a concedere un'approvazione negativa per i progetti presentati.1

Il 16 febbraio 2018 la FINMA ha pubblicato le "Guidelines for Inquiries Concerning the Regulatory Framework for Initial Coin Offerings (ICOs)" (ICO Guidelines), che illustra in dettaglio come affronta il quadro normativo e regolamentare per le ICO in conformità con il diritto svizzero. . Lo fa stabilendo i principi su cui baserà le proprie risposte a specifiche richieste e fornendo una checklist delle informazioni che devono essere presentate in una domanda di autorizzazione negativa. Questa guida ICO è ancora valida e disponibile in formato elettronico sul sito web della FINMA. L'11 settembre 2019 è stato modificato per trattare più specificamente le stablecoin. Le Linee guida ICO forniscono alcuni consigli su questioni normative, ma non coprono questioni civili o penali. Pertanto, è ancora necessaria una consulenza legale specifica per qualsiasi ICO o Security Token Offering (STO).2

Il punto chiave della guida ICO è che la FINMA rimane disposta a rivedere ICO e STO e concedere un'autorizzazione normativa negativa. Nell'esaminare il progetto, la FINMA terrà conto, tra l'altro, non solo delle categorie di investitori interessate dall'ICO, del rispetto delle norme antiriciclaggio e della funzionalità del token generato, compresi i diritti che fornisce all'investitore, ma anche del tecnologie utilizzate (tecnologie di contabilità distribuita, open source e così via), standard tecnici (come Ethereum ERC20), nonché portafogli e standard tecnici per il trasferimento di token.1

La FINMA distingue tre categorie di token:

  1. token di pagamento (cioè criptovalute) che sono destinati ad essere utilizzati come mezzo di pagamento e non presentano alcuna pretesa nei confronti dell'emittente del token;
  2. token di utilità che forniscono l'accesso a un'applicazione o un servizio; così come
  3. token di asset che rappresentano asset come titoli di debito o azioni su un emittente o che consentono di negoziare asset fisici su una blockchain. 1

Se un token combina le caratteristiche di più di una di queste categorie, è considerato un token ibrido e deve soddisfare i requisiti di tutte le categorie pertinenti.1

Per valutare se i token si qualificano come valori mobiliari ai sensi del diritto svizzero, la FINMA applica la definizione generale della LInFi. La FINMA attualmente non considererà i token di pagamento come titoli; i token di utilità saranno considerati titoli solo se hanno uno scopo di investimento al momento dell'emissione. I token asset saranno trattati come titoli.1

La FINMA conferma che la creazione di titoli non certificati e la loro offerta pubblica non sono regolamentati a meno che non si qualifichino come prodotti derivati. Tuttavia, la sottoscrizione e l'offerta pubblica (a titolo professionale) di token di sicurezza di terzi nel mercato primario è un'attività concessa in licenza. Inoltre, l'emissione di token simili a obbligazioni o azioni può dar luogo a requisiti di prospetto.1

La FINMA conferma che il rilascio di token non si qualificherà come deposito; in altre parole, non necessita di licenza bancaria, a meno che i token non forniscano all'emittente crediti aventi natura di capitale di debito (per questo la FINMA si è attivata nei confronti di Envion). Le regole degli organismi di investimento collettivo possono applicarsi se i fondi ricevuti nell'ambito dell'ICO sono gestiti da terzi.1

L'emissione di token di pagamento innesca l'applicazione delle disposizioni LRD se i token possono essere trasferiti tecnicamente sull'infrastruttura blockchain. L'emissione di token di utilità non attiverà questa applicazione se il loro scopo principale è fornire l'accesso a un'applicazione non finanziaria della tecnologia blockchain. Gli Asset Token non sono considerati un mezzo di pagamento ai sensi della LRD. La FINMA spiega che l'applicazione dell'AMLA sarà attivata non solo dallo scambio di criptovaluta con valuta fiat, ma anche dallo scambio con un'altra criptovaluta.1

diritti concessi in fase di prevendita sono considerati dalla FINMA come valori mobiliari se sono standardizzati e idonei alla negoziazione standardizzata di massa. In tal caso, non sono soggetti alle norme antiriciclaggio.1

Non esiste un regime fiscale separato applicabile alle valute digitali e ai token. In quanto tali, le criptovalute e i token sono tassati come qualsiasi altro veicolo di investimento tradizionale. Tuttavia, la maggior parte dei token è esente da IVA, tassa di emissione e ritenuta alla fonte al momento dell'emissione del token, con alcune eccezioni. I residenti in Svizzera non pagano le tasse sulle plusvalenze sui patrimoni privati.1

token possono essere offerti a residenti svizzeri al di fuori della Svizzera, ma sono soggetti agli stessi requisiti dei token emessi in Svizzera; vale a dire, potrebbero non qualificarsi come prodotti derivati, token di sicurezza potrebbero non essere offerti da una terza parte a titolo professionale e token simili a obbligazioni o azioni possono attivare i requisiti di un prospetto.1

Risorse digitali in Svizzera

Fintech in Svizzera

Fintech in altri paesi

Ti presentiamo

Avvocati in Tecnologie Finanziarie in Svizzera

Maxim Minaev

Maxim Minaev

Forniamo servizi legali e organizzativi per la creazione, strutturazione e sviluppo di società fintech

Le lingue: EN LV RU

Appunti
  1. https://thelawreviews.co.uk/title/the-financial-technology-law-review/switzerland
  2. http://www.finma.ch/en/news/2018/02/20180216-mm-ico-wegleitung/
Offerta per le startup

Inizio rapido per $ 5K

Puoi avviare la tua piattaforma pagando inizialmente $ 5000 e il resto dopo 6-12 mesi se la tua attività cresce