it

Revisione del mercato

Questo articolo non è una consulenza legale.

Piattaforme fintech estere nel mercato di Hong Kong

Software di tecnologia finanziaria

Come regola generale, se una società fa affari con il pubblico in generale a Hong Kong, le sue attività sono regolate dalle leggi di Hong Kong. Se i servizi oi prodotti forniti da queste società comportano titoli, saranno regolati dall'OFS. L'OFS tace sul fatto che le attività regolamentate siano soggette a requisiti geografici, ma è generalmente accettato che l'OFS si applichi alle attività svolte a Hong Kong. Tuttavia, anche se l'attività regolamentata non è svolta a Hong Kong, una società può comunque essere soggetta alla Sezione 103 OFS se svolge attività di marketing a Hong Kong. La presenza di qualsiasi attività di marketing a Hong Kong sarà determinata dalle circostanze specifiche del caso, in quanto il termine "mercato attivo" non è definito dall'OFS, ma il punto di partenza sarà l'esistenza di qualsiasi attività di marketing attivo a Hong Kong. il pubblico (ad esempio, se le società si sono rivolte a un investitore di Hong Kong o hanno organizzato campagne di marketing rivolte agli investitori di Hong Kong, se i prodotti sono denominati in dollari di Hong Kong). Se si scopre che una società commercializza a Hong Kong, potrebbe essere richiesta la licenza o la registrazione presso la SFC e potrebbe anche essere soggetta ai requisiti di prospetto e autorizzazione della SFC ai sensi di C(WUMP)O e SFO. a meno che non si applichi una delle eccezioni di cui sopra.1

Per quanto riguarda la distribuzione di fondi da giurisdizioni al di fuori di Hong Kong, a seguito della firma di Memorandum d'intesa (MOU) tra Hong Kong e altre giurisdizioni tra cui Cina, Svizzera, Francia, Lussemburgo, Regno Unito e Thailandia (con la Cina che è diventato il primo paese a firmare un protocollo d'intesa). con Hong Kong) tra Hong Kong e i firmatari dell'Accordo, è in atto un sistema di riconoscimento reciproco dei fondi, che consente il trasferimento di fondi ammissibili a Hong Kong e viceversa. Ciascun MoU differisce leggermente nel tipo di fondi che potranno beneficiare del riconoscimento reciproco e nella struttura dei fondi. Ad esempio, il Memorandum d'intesa con la Francia richiede che il fondo detenga almeno il 20% del valore patrimoniale netto dovuto agli investitori di Hong Kong; Il Memorandum d'intesa con il Regno Unito vieta di prendere in prestito più del 100 percento del valore patrimoniale netto; e il Memorandum d'intesa con il Lussemburgo richiede che il fondo sia gestito da un gestore di fondi con un capitale di almeno 10 milioni di HK$. Tuttavia, tutti i fondi esteri da offrire a Hong Kong dovranno nominare una società di Hong Kong come rappresentante e assumere un intermediario autorizzato per svolgere qualsiasi attività di marketing di fondi a Hong Kong.1

Allo stesso modo, ai sensi della Sezione 114 OFS, la restrizione all'esercizio delle attività regolamentate non distingue tra società estere e nazionali. Pertanto, le società devono ottenere licenze dalla SFC se forniscono servizi e prodotti regolamentati transfrontalieri destinati alla popolazione di Hong Kong.1

Tuttavia, una licenza temporanea ai sensi della Sezione 117 OFS può essere disponibile per le società straniere se sono già autorizzate o regolamentate in un'altra giurisdizione. Questa licenza temporanea è valida per un massimo di tre mesi o fino a sei mesi in un periodo di due anni. La SFC valuterà se la società straniera è soggetta a requisiti normativi simili che sono imposti, monitorati o applicati dall'autorità di regolamentazione locale della società straniera e se tale autorità di regolamentazione locale sarà in grado di intraprendere azioni disciplinari contro la società straniera per le sue attività a Hong Kong come parte del suo corrispettivo per la licenza provvisoria . Ci sono anche altre restrizioni su una licenza temporanea (incluso che non tutte le attività regolamentate saranno consentite) e il licenziatario non può possedere i beni del cliente.1

Inoltre, nel settembre 2021 è stato lanciato il Guangdong-Hong Kong-Macau Greater Bay Area Cross-Border Asset Management Scheme (Cross-border WMC), che consente ai residenti idonei della Cina continentale, di Hong Kong e di Macao nel Guangdong-Hong Kong- Macao Greater Bay Area (GBA) per investire in prodotti di gestione patrimoniale distribuiti dalle banche nei rispettivi mercati attraverso un canale chiuso di movimento di fondi stabilito tra i rispettivi sistemi bancari. Ciò consente ai singoli investitori al dettaglio di aprire e gestire conti di investimento transfrontalieri direttamente, attraverso un canale ufficiale e conveniente, e di scegliere i loro prodotti preferiti.1

Il WMC transfrontaliero è costituito da un modello in direzione sud e un modello in direzione nord. Il Southbound Scheme si applica ai residenti idonei delle città GBA che investono in prodotti di gestione patrimoniale distribuiti da banche a Hong Kong e Macao attraverso determinati canali. Il Northbound Scheme si applica ai residenti idonei di Hong Kong e Macao che investono in prodotti di gestione patrimoniale distribuiti dalle banche della Cina continentale attraverso determinati canali. Attualmente, nell'ambito del WMC transfrontaliero sono disponibili solo prodotti di gestione del denaro a rischio medio-basso relativamente semplici. Un conto bancario con funzione di trasferimento di denaro transfrontaliero e un altro conto bancario con funzione di investimento devono essere aperti presso banche rispettivamente nel luogo di residenza dell'investitore e in un altro mercato ei due conti devono essere collegati tra loro. I flussi transfrontalieri di fondi in RMB sono soggetti a una gestione a circuito chiuso e di quote.1

Le restrizioni all'offerta o all'invito di investitori ai sensi della Sezione 103 dell'OFS si applicano solo agli inviti a investire effettuati a Hong Kong, ma non ci sono restrizioni specifiche nell'ambito dell'OFS se l'investitore di Hong Kong è una società. A condizione che la risposta a una richiesta presentata da un investitore di Hong Kong sia individuale e adattata alla richiesta, la società straniera potrebbe non essere soggetta alla limitazione di cui alla Sezione 103. Questo processo è comunemente indicato come "richiesta inversa".1

Fintech a Hong Kong

Fintech in altri paesi

Appunti
  1. https://thelawreviews.co.uk/title/the-financial-technology-law-review/hong-kong
Offerta per le startup

Inizio rapido per $ 5K

Puoi avviare la tua piattaforma pagando inizialmente $ 5000 e il resto dopo 6-12 mesi se la tua attività cresce